logo eacca

 

“Un altro mondo non solo è possibile ma è necessario e urgente”.
A partire da questa consapevolezza, si sono sviluppate e diffuse nel mondo iniziative che si contrappongono a un modello economico che crea disuguaglianze sociali e disastri ambientali non più sostenibili.
Crescono e si moltiplicano a livello locale pratiche alternative che mettono al centro le persone, l’ambiente e le comunità.

Iniziative di economia sociale e solidale, reti sulla sovranità alimentare, pratiche attente alla prospettiva di genere, attività partecipative e cooperative, il commercio equo e le esperienze di mutualismo sociale, la finanza etica, la difesa dei beni comuni, le riflessioni sulla decrescita. Tuttavia, questa grande vitalità è ancora troppo fragile e frammentata per riuscire a produrre modelli comuni di economia sociale e solidale.
A questo obiettivo sta oggi lavorando un gruppo di reti internazionali.
La Ripess Intercontinentale, la Ripess Europa, la XES (rete catalana di economia solidale), la REAS (rete spagnola di economia solidale) hanno promosso il Forum mondiale delle Economie Trasformative che si terrà a Barcellona nel 2020 per costruire un'agenda globale inclusiva a partire dalle esperienze locali.

Il percorso che fra due anni darà vita al Forum è già stato avviato, si stanno costituendo diversi comitati per facilitare la partecipazione delle diverse esperienze di economia sociale e solidale e definire insieme contenuti e modalità che garantiscano una corretta articolazione tra il locale e il globale. In Italia, la Rete italiana di Economia Solidale è al lavoro per raccordarsi con altre reti nazionali.
Un primo incontro di preparazione al Forum si terrà nella primavera del 2019, sempre a Barcellona, tra i rappresentanti delle diverse realtà sociali, compresi studiosi e municipalità impegnati su questi temi.
I promotori del Forum hanno ideato tempi di preparazione, confronto ed elaborazione così lunghi perché si sente forte l'urgenza di raggiungere risultati tangibili, con impegni collettivi e accordi concreti a livello locale e internazionale.
Il proposito del Forum è di non essere un evento “vetrina” o una conferenza priva di impatti concreti, ma costruire e condividere una comune strategia d’azione capace di incidere nel processo di cambiamento.

Per approfondire
vai al sito del Forum sociale mondiale delle Economie Trasformative (in inglese, spagnolo, francese)

FacebookTwitterLinkedinRSS Feed

I cookie che utilizziamo servono solamente a gestire correttamente il sito. Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso di tutti i cookie.